tributi news del 04 luglio 2022

Giustizia tributaria, meriti al governo. Pnrr, sull'acqua programmare l'investimento di 4 miliardi strumentale a cambiare il Paese. Riscossione a rate: stato di obiettiva difficoltà automatico per i debiti sino a 120 mila euro in luogo degli attuali 60 mila. Cartelle, compensazione a regime con i crediti Pa anche per i professionisti. Prima casa, da provare l'impignorabilità. La contumacia non esclude le spese di lite. Disconoscimento ad hoc per le copie fotostatiche. Al via la procedura automatica Docfa per nuove costruzioni e variazioni. Inibito l'esame dei documenti tardivi. Niente esenzioni Ici-Imu agli immobili di società. Illegittima la Tari per servizi non erogati. #newsletter #dirittotributario #imu #tari #canoneunico #accertamento #riscossione #stampaetributi #tommasoventre

Giustizia tributaria, meriti al governo. Pnrr, sull’acqua programmare l’investimento di 4 miliardi strumentale a cambiare il Paese. Riscossione a rate: stato di obiettiva difficoltà automatico per i debiti sino a 120 mila euro in luogo degli attuali 60 mila. Cartelle, compensazione a regime con i crediti Pa anche per i professionisti. Prima casa, da provare l’impignorabilità. La contumacia non esclude le spese di lite. Disconoscimento ad hoc per le copie fotostatiche. Al via la procedura automatica Docfa per nuove costruzioni e variazioni. Inibito l’esame dei documenti tardivi. Niente esenzioni Ici-Imu agli immobili di società. Illegittima la Tari per servizi non erogati.

#newsletter #dirittotributario #imu #tari #canoneunico #accertamento #riscossione #stampaetributi #tommasoventre

**

Giustizia tributaria, meriti al governo

«troppo spesso il giudice tributario dimentica che le circolari dell’amministrazione non sono una fonte del diritto e le richiama nelle motivazioni delle sentenze. Una situazione che potrebbe essere ovviata dalla costituzionalizzazione dello Statuto del contribuente».

Pnrr, sull’acqua programmare l’investimento di 4 miliardi strumentale a cambiare il Paese

di Ettore Jorio

una rete colabrodo, che fa disperdere quasi il 50% del più prezioso liquido della Terra. Sul punto, raccoglie doverosamente consenso. Sull’acqua c’è da programmare un investimento Pnrr di quattro miliardi che potrebbero costituire l’incipit di un grande progetto da fare rifinanziare ulteriormente a livello unionale. Stessa cosa per le desiderate fogne e del sistema della depurazione assicurate alle regioni del Mezzogiorno, poste a guardiane del più bel mare del mondo. Per i rifiuti e l’energia, occorre bandire le chiacchiere e procedere nell’esclusività dell’utilità pubblica.

Riscossione a rate: stato di obiettiva difficoltà automatico per i debiti sino a 120 mila euro in luogo degli attuali 60 mila

di Duilio Liburdi e Massimiliano Sironi

La riscossione concede fiato ai contribuenti: per le richieste di rateazione dei debiti, la condizione di obiettiva difficoltà si considera esistente, in modo automatico, per i debiti sino a 120 mila euro in luogo degli attuali 60 mila. Oltre la nuova soglia, invece, la condizione dovrà essere provata allegando la documentazione a seconda della tipologia di contribuenti. Inoltre, l’eventuale decadenza dalla dilazione non preclude di ottenere la rateazione stessa laddove la richiesta riguardi altri carichi. Peraltro, la decadenza non si verificherà più al mancato pagamento di cinque rate ma di otto anche non consecutive La nuova disposizione si applica per le istanze presentate (ed accettate) a far data dalla conversione in legge del dl 50 del 2022.

Cartelle, compensazione a regime con i crediti Pa anche per i professionisti

Giuseppe Morina Tonino Morina

Sarà unica e a regime la norma sulla compensazione dei crediti verso la pubblica amministrazione, compresi quelli per prestazioni professionali, con i debiti a ruolo. Di conseguenza, sarà abrogata la disciplina speciale della compensazione provvisoria, prevista dal comma 7-bis dell’articolo 12 del Dl 145/2013. Una norma ordinaria renderà perciò possibile, sia per le imprese, sia per i professionisti, compensare le somme vantate verso la pubblica amministrazione per pagare i debiti iscritti a ruolo. Sono questi gli effetti dell’emendamento al decreto Aiuti (Dl 50/2022) approvato dalle commissioni Finanze e Bilancio della Camera. Le regole sono contenute nell’articolo 28-quater del Dpr 602/1973

Prima casa, da provare l’impignorabilità

Al fine di opporre l’impignorabilità dell’immobile adibito a prima casa il contribuente deve dimostrare che esso sia l’unico di proprietà, che sia adibito a uso abitativo e che vi risieda anagraficamente. Lo ha stabilito la Ctr del Lazio con la sentenza n. 681/06/2022 dello scorso 15 febbraio.

La contumacia non esclude le spese di lite

In tema di contenzioso tributario la mancata costituzione in giudizio della parte convenuta (Ufficio finanziario che ha dato causa al giudizio) non giustifica la mancata condanna alle spese di lite che, in ogni caso, è dovuta per aver dato causa al giudizio. Lo ha stabilito la Cassazione nell’ordinanza n. 18584/2022 del 9 giugno scorso.

Disconoscimento ad hoc per le copie fotostatiche

Il disconoscimento delle copie fotostatiche depositate dall’ufficio a dimostrazione della notifica di una cartella di pagamento deve essere specifico e puntuale e non rimesso a formule generiche ed onnicomprensive. Trattasi del criterio affermato dalla Ctr del Lazio con la sentenza n. 745/09/2022 depositata lo scorso 19 febbraio.

Al via la procedura automatica Docfa per nuove costruzioni e variazioni

Il professionista potrà inserire i dati utilizzando la nota versione Docfa 4.00.5 Dalla pubblica amministrazione fiducia verso i tecnici esterni Antonio Iovine Con la lettera circolare protocollo 252231 del 30 giugno 2022 l’agenzia delle Entrate – in particolare la direzione centrale Servizi catastali, cartografici e di pubblicità Immobiliare – indirizzata agli Ordini e ai Collegi professionali dà notizia dell’avvio, da lunedì 4 luglio 2022, del processo di trattazione automatizzata delle dichiarazioni di nuova costruzione e di variazione Docfa. Si tratta di un ulteriore riconoscimento di fiducia verso i professionisti tecnici esterni incaricati dell’aggiornamento catastale, oltre che di un atto di coraggio amministrativo nell’ottica di semplificazione procedurale, di snellimento dei tempi di attesa e, non ultimo, di recupero di risorse umane.

Inibito l’esame dei documenti tardivi

Pur non essendo totalmente illegittima, la costituzione in giudizio dell’ufficio resistente avvenuta oltre i termini indicati dall’art. 32, comma 1, del dlgs n. 546/92, e previsti per il deposito di documenti, ne inibisce l’esame delle relative produzioni documentali. Si espone infatti a riforma la sentenza con cui esse siano state valutate, benché tardive, anziché esser disattese. Sono le osservazioni contenute nella sentenza n. 2595/9/2022 emessa dalla Ctr del Lazio, depositata lo scorso 7 giugno

Niente esenzioni Ici-Imu agli immobili di società

di Pasquale Mirto

Con la sentenza n. 18554/2022, la Cassazione precisa che nessuna agevolazione Ici/Imu spetta per gli immobili di proprietà di una società di persone che sono utilizzati dai soci. Il caso riguardava un immobile di proprietà della società e utilizzato come abitazione principale dal socio; per questo motivo si pretendeva l’esenzione dall’Ici. La Corte ha escluso la spettanza del beneficio, in ragione dell’obbligo di stretta interpretazione delle disposizioni in materia di agevolazioni tributarie, a nulla rilevando il fatto che la società di persone è una società a mero scopo di godimento.

Illegittima la Tari per servizi non erogati

Se a causa di disservizi che il contribuente riesca a comprovare in giudizio non sia stato possibile gestire, in una determinata area, la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti ne risulterà illegittima, per le relative annualità, la richiesta di pagamento del tributo proveniente dalla società che lo gestisce. È quanto affermato dalla Ctr del Lazio con la sentenza n. 239/16/2022 depositata lo scorso 19 gennaio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: