tributi news del 01 giugno 2022

Preventivi, proroga in extremis. Riforma del processo fiscale, occasione da non sprecare. Fisco, algoritmo contro hacker. Imu, al 16 giugno acconto di 11 miliardi. Tagliava Imu e Tari a parenti, sospeso dipendente comunale. Imposta di soggiorno, al via la dichiarazione ‘20- '21. Imposta di soggiorno, ecco il modello. Parifica conto giudiziale, non può provvedere l'agente contabile. Canone unico per il suolo pubblico: ecco i fondi a ristoro delle perdite da Covid Comune per Comune. #newsletter #dirittotributario #imu #tari #canoneunico #accertamento #riscossione #stampaetributi #tommasoventre

Preventivi, proroga in extremis. Riforma del processo fiscale, occasione da non sprecare. Fisco, algoritmo contro hacker. Imu, al 16 giugno acconto di 11 miliardi. Tagliava Imu e Tari a parenti, sospeso dipendente comunale. Imposta di soggiorno, al via la dichiarazione ‘20- ’21. Imposta di soggiorno, ecco il modello. Parifica conto giudiziale, non può provvedere l’agente contabile. Canone unico per il suolo pubblico: ecco i fondi a ristoro delle perdite da Covid Comune per Comune.

#newsletter #dirittotributario #imu #tari #canoneunico #accertamento #riscossione #stampaetributi #tommasoventre

**

Preventivi, proroga in extremis

di Francesco Cerisano 

L’extra time di un mese, di cui i comuni potranno usufruire per approvare i bilanci di previsione, porta con sé anche lo slittamento del termine di approvazione delle tariffe Tari. La regola è quella fissata dal decreto aiuti (art.43 comma 11 del dl 50/2022) secondo cui (si veda ItaliaOggi del 29 aprile e del 3 maggio) ogni qual volta il termine per l’approvazione dei bilanci di previsione venga posticipato oltre il 30 aprile (come quest’anno), le scadenze per approvare i piani finanziari del servizio di gestione rifiuti, le tariffe e i regolamenti della Tari verranno allineate con quelle dei preventivi. In caso di approvazione o di modifica dei provvedimenti relativi alla Tari o alla tariffa corrispettiva in data successiva all’approvazione del proprio bilancio di previsione, i comuni potranno effettuare le conseguenti modifiche in occasione della prima variazione di bilancio utile, senza dover riapprovare i preventivi.

Riforma del processo fiscale, occasione da non sprecare

Domenico Chindemi e Maurizio Leo

Il disegno di legge governativo in materia di riforma della giustizia tributaria è atteso al Senato dove inizierà l’iter parlamentare che, entro fine anno, dovrebbe dare vita al nuovo auspicato assetto della “quarta magistratura”. Il testo licenziato dall’Esecutivo presta il fianco a più di qualche critica, specie con riferimento alle norme di carattere strettamente processuale. Mancano, nel testo, misure di immediata efficacia per la riduzione dell’enorme mole di contenzioso tributario attualmente pendente, specie dinanzi la Corte di cassazione.

Fisco, algoritmo contro hacker

di Andrea Bongi

L’algoritmo antievasione confonderà anche le carte in gioco. Oltre alla pseudoanonimizzazione dei dati personali dei contribuenti verranno messe infatti in atto anche tecniche di sostituzione o modifica delle informazioni anagrafiche o vere e proprie “perturbazioni” delle variabili, al fine di impedire, in presenza di dati finanziari, l’identificazione diretta degli interessati. Saranno anche alleggerite, sia nei tempi che nelle modalità, le limitazioni ai diritti dei contribuenti di ottenere informazioni o accedere ai propri dati personali durante le operazioni di analisi e selezione delle posizioni da sottoporre a verifica fiscale.

Imu, al 16 giugno acconto di 11 miliardi

Il 16 giugno va versata, per gli immobili che sono soggetti all’imposta la prima rata dell’Imu, imposta patrimoniale sugli immobili che genera per lo Stato circa 11 miliardi di euro (solo per l’acconto). Si ricorda (cfr. Cn mag. 2022) che in sede di versamento della prima rata dell’Imu si applica la regola – prevista dall’art. 1, comma 762, l. n. 160/2019 – secondo la quale “il versamento della prima rata è pari all’imposta dovuta per il primo semestre applicando l’aliquota e la detrazione dei dodici mesi dell’anno precedente”.

Tagliava Imu e Tari a parenti, sospeso dipendente comunale

Avrebbe registrato pagamenti di Imu o Tari non avvenuti o riduceva gli importi dovuti senza giustificazioni documentali a familiari e amici, procurando un mancato incasso di circa 16mila euro. E’ l’accusa contestata dalla Procura a un dipendente dell’ufficio Tributi del Comune di Palermo.

Imposta di soggiorno, al via la dichiarazione ‘20- ’21

Franca Faccini

Al via la dichiarazione dell’imposta di soggiorno per gli anni di imposta 2020 e 2021. A richiamare l’attenzione su questo adempimento è il Dipartimento delle finanze che sul proprio sito ricorda che dal 30 maggio 2022 è possibile compilare il modello di dichiarazione dell’imposta di soggiorno per gli anni di imposta 2020 e 2021, secondo le specifiche tecniche pubblicate nella sezione “Fiscalità regionale e locale – Dichiarazione telematica imposta di soggiorno”.

Imposta di soggiorno, ecco il modello

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 12.5.2022, n. 110, il decreto 29.4.2022 del Ministro dell’economia e delle finanze, che ha approvato il nuovo modello di dichiarazione dell’imposta di soggiorno, da presentarsi, esclusivamente in via telematica, da parte dei responsabili di tale imposta, ai Comuni che l’hanno istituita, entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui si è verificato il presupposto impositivo. Il decreto dispone però espressamente – ricalcando quanto già previsto dall’art. 4, comma 1-ter, del d. lgs. n. 23/2011, dopo la novella dell’art. 25, comma 3-bis, d.l. n. 41/2021, come convertito in legge – che la dichiarazione relativa all’anno d’imposta 2020 debba essere presentata unitamente alla dichiarazione relativa al 2021 (e cioè entro il 30.6.2022).

Parifica conto giudiziale, non può provvedere l’agente contabile

di Marco Rossi

Nel caso in cui l’economo sia anche responsabile del servizio economico-finanziario non può provvedere alla parifica del conto giudiziale relativo alla gestione svolta. Per garantire l’alterità delle figure e l’effettività del controllo il rilascio della parifica deve avvenire a cura del segretario ovvero, in via residuale, del sindaco. É questa l’indicazione, a cui occorre prestare particolare attenzione, che arriva dalla sentenza n. 174/2022 della Sezione giurisdizionale della Corte dei conti del Veneto, che si presenta anche di particolare attualità, in considerazione della prossima scadenza dell’invio dei conti giudiziali tramite il sistema Sireco.

Canone unico per il suolo pubblico: ecco i fondi a ristoro delle perdite da Covid Comune per Comune

di Daniela Casciola

Riparto del fondo di 82,5 milioni di euro, per l’anno 2022, destinato a ristorare i Comuni delle minori entrate derivanti dall’esonero, prorogato fino al 31 marzo 2022, dal pagamento del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria e del canone di concessione per l’occupazione delle aree e degli spazi appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile destinati a mercati. La Direzione centrale del Dipartimento per la Finanza locale del Viminale comunica che il decreto del Ministro dell’Interno, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle finanze, del 30 maggio 2022, con i relativi allegati A e B, è in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

**

https://anci.lombardia.it/dettaglio-news/2022520102-riscossione-redaelli-fondamentale-poter-contare-su-un-quadro-procedurale-corretto-/

disponibile il calcolatore aggiornato per il calcolo imu 2022 riscotel imu 2022

https://www.tuttotributi.it/novita-imu-2022-soggetti-non-residenti-nel-territorio-dello-stato/

D.M. 20 luglio 2021 – Specifiche tecniche per l’invio telematico delle delibere regolamentari e tariffarie relative alle entrate tributarie degli enti locali – Guida operativa

https://www.tuttotributi.it/d-m-20-luglio-2021-specifiche-tecniche-per-linvio-telematico-delle-delibere-regolamentari-e-tariffarie-relative-alle-entrate-tributarie-degli-enti-locali-guida-operativa/

Pef, Regolamenti e Tariffe – Per il 2022 sul termine di approvazione prevale la regola ordinaria del 31 maggio

Nel caos della sovrapposizione di competenze sulla Tari si inserisce anche l’incertezza della diversa previsione dei termini per l’approvazione di pef, regolamenti e tariffe Tari. La regola derogatoria che fissa il possibile adempimento al 30 aprile è facoltativa e recessiva rispetto a quella ordinaria che invece sposta il termine di approvazione del bilancio di previsione al 31 maggio

https://ntplusdiritto.ilsole24ore.com/art/pef-regolamenti-e-tari–il-2022-termine-approvazione-prevale-regola-ordinaria-31-maggio-AEBCkOUB

AUDIZIONE DELLA CORTE DEI CONTI SU FINANZA TERRITORIALE E FEDERALISMO FISCALE

https://www.tuttotributi.it/audizione-della-corte-dei-conti-su-finanza-territoriale-e-federalismo-fiscale/
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: