tributi news del 15 aprile 2022

P.a. digitale, 390 mln dal Pnrr. Transizione digitale, al via gli avvisi per i Fondi Pnrr destinati ai comuni Un'applicazione aiuterà gli enti a rimanere aggiornati sulle novità. l'ANAC conferma l'iscrizione obbligatoria e provvisoria all'albo per il supporto all'accertamento e riscossione. Beni demaniali senza l'Imu. #newsletter #dirittotributario #imu #tari #canoneunico #accertamento #riscossione #stampaetributi #tommasoventre

P.a. digitale, 390 mln dal Pnrr. Transizione digitale, al via gli avvisi per i Fondi Pnrr destinati ai comuni Un’applicazione aiuterà gli enti a rimanere aggiornati sulle novità. l’ANAC conferma l’iscrizione obbligatoria e provvisoria all’albo per il supporto all’accertamento e riscossione. Beni demaniali senza l’Imu.

#newsletter #dirittotributario #imu #tari #canoneunico #accertamento #riscossione #stampaetributi #tommasoventre

**

P.a. digitale, 390 mln dal Pnrr

di Massimiliano Finali

Estendere l’utilizzo dell’identità digitale, favorire l’adozione dell’app “IO” e stimolare l’adesione alla piattaforma “pagoPA” sono gli obiettivi di tre bandi lanciati dal ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale. I tre avvisi hanno una dotazione complessiva di 390 milioni di euro derivante dai fondi del Pnrr. La scadenza per accedere ai contributi è fissata al 2 settembre 2022 e i soggetti attuatori devono presentare domanda di ammissione al finanziamento esclusivamente tramite il sito accessibile all’indirizzo https:/padigitale2026.gov.it/. Il finanziamento previsto dai tre avvisi non è cumulabile con altri finanziamenti pubblici, nazionali, regionali o europei, per le stesse spese ammissibili.

Transizione digitale, al via gli avvisi per i Fondi Pnrr destinati ai comuni Un’applicazione aiuterà gli enti a rimanere aggiornati sulle novità

di Enzo Buso e Michael Bressan

La piattaforma PAdigitale2026 ha pubblicato i primi tre avvisi per la digitalizzazione dei comuni italiani. Gli enti per partecipare dovranno solo accedere alla piattaforma tramite Spid e compilare il modulo, senza l’obbligo di dover presentare progetti specifici. I finanziamenti che eventualmente riceveranno sono infatti determinati in base alla dimensione demografica del comune e alle scelte fatte in fase di candidatura (come il numero di servizi da attivare) o con una cifra forfettaria prefissata. Da qui deriva il nome della modalità di accesso, “soluzioni standard”.

l’ANAC conferma l’iscrizione obbligatoria e provvisoria all’albo per il supporto all’accertamento e riscossione

L’iscrizione all’Albo dei gestori per l’accertamento e la riscossione delle entrate degli enti locali, anche se provvisoria, è un requisito indispensabile per l’affidamento dei servizi di accertamento e recupero tributario, ed è obbligatoria per i soggetti che svolgono esclusivamente le funzioni e le attività di supporto propedeutiche all’accertamento e alla riscossione delle entrate degli enti locali e delle società partecipate . Lo ha stabilito Anac con la delibera n.149 del 30 marzo 2022 .

Beni demaniali senza l’Imu

di Sergio Trovato

mu non dovuta per il possesso di fatto di un bene demaniale. Il comune di Roma non può pretendere il pagamento dell’imposta su un immobile demaniale di cui è titolare se la concessione è stata revocata, nonostante il concessionario continui a utilizzare l’immobile e lo detenga abusivamente. La mancata consegna del bene può dar luogo a un’azione legale per ottenere la restituzione e il risarcimento dei danni, ma non può essere imposto il pagamento del tributo. Lo ha stabilito la commissione tributaria regionale di Roma, seconda sezione, con la sentenza 1122 dell’11 marzo 2022.

**

disponibile il calcolatore aggiornato per il calcolo imu 2022 riscotel imu 2022

https://www.tuttotributi.it/novita-imu-2022-soggetti-non-residenti-nel-territorio-dello-stato/

Rifiuti urbani prodotti da utenze domestiche – Il MITE conferma la privativa dei Comuni in tutte le fasi della gestione. Nota informativa ANCI

Nota informativa dell’ANCI e quesito della regione Piemonte, da cui origina la nota della Direzione Generale dell’Economia circolare del MITE, che conferma il diritto di privativa dei Comuni i quali dispongono, in base alla legge, le misure inerenti “tutte le fasi” della gestione dei rifiuti urbani e quindi: le modalità di conferimento, della raccolta differenziata e del trasporto dei rifiuti urbani, garantendo una distinta gestione delle diverse frazioni di rifiuti e promuovendo il recupero delle stesse.

https://www.tuttotributi.it/rifiuti-urbani-prodotti-da-utenze-domestiche-il-mite-conferma-la-privativa-dei-comuni-in-tutte-le-fasi-della-gestione-nota-informativa-anci/

Assetto della finanza territoriale e linee di sviluppo del federalismo fiscale

L’attuale quadro della riscossione delle entrate degli enti locali è il frutto di un’articolata evoluzione normativa che ha portato, dal 1° luglio 2017, con l’istituzione dell’ente pubblico economico Agenzia delle entrate-Riscossione (AdeR), alla possibilità per le amministrazioni locali di deliberare l’affidamento diretto alla stessa Agenzia delle attività di riscossione spontanea e coattiva delle entrate tributarie o patrimoniali proprie e delle società da esse partecipate.

In sintesi, da tale data, gli enti locali possono svolgere il servizio di riscossione delle proprie entrate secondo le seguenti modalità:

• svolgimento del servizio tramite risorse interne;

• affidamento in house del servizio (tramite società strumentali);

• affidamento del servizio all’ente pubblico economico (AdeR) titolare dello svolgimento delle funzioni della riscossione nazionale, previa delibera;

• affidamento del servizio tramite le ordinarie procedure ad evidenza pubblica.

La mediazione tributaria nei tributi locali imu tari canone unico

l D. Lgs. 24 settembre 2015, n. 156, a partire dal 1° gennaio 2016, estende l’istituto tributario del reclamo/mediazione – obbligatorio per le controversie di valore non superiore a 20.000 euro – anche alle controversie aventi ad oggetto la contestazione degli atti emanati dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli, dagli Enti locali, dagli Agenti della riscossione e dai soggetti iscritti all’albo di cui all’art. 53 del D.Lgs. n. 446/1997, nonché alle controversie catastali cd. individuali, anche se di valore indeterminato. Il presente volume si propone di analizzare ed illustrare all’operatore comunale i nuovi istituti deflattivi del  contenzioso tributario per una più efficace azione di riscossione.

https://www.tuttotributi.it/la-mediazione-tributaria-nei-tributi-locali-imu-tari-canone-unico/

Corso Governance dei tributi locali 2022

Il 25 febbraio è iniziato il nuovo corso di Governance dei tributi locali.

 📌in presenza, aula A5

 🚩on line – Piattaforma Microsoft Teams per gli studenti iscritti–

📢streaming sul canale YouTube del Dipartimento per gli altri 

L’iniziativa rientra nell’ambito delle attività connesse alla terza missione all’interno dell’obiettivo “Formazione per adulti e life long learning” ed è quindi aperto a chi volesse parteciparvi gratuitamente.

Per i partecipanti non studenti è possibile iscriversi al corso inviando la propria adesione al seguente form di google 

https://forms.gle/S5WR8Q5Vadyz2tUu9

Il video è visionabile in generale dal giorno dopo sul canale youtube del Dipartimento.

https://www.youtube.com/channel/UChqti3zueelC0asTkk4yV8A

La pagina sulla qualità tari

📌 Abbiamo aggiornato la pagina sulla qualità della TARI con la pagina diapositiva ed il link al video dell’evento formativo di oggi di IFEL UNA PAGINA “ONE STOP SHOP” All’interno della pagina troverete le informazioni sulla qualità nella TARI nostra necessità dalla delibera 15 /2022 di Arera

 👉 LA DELIBERA DI SCELTA DEL QUADRANT REGOLATORIO 

👉 LA BOZZA DELL’APPENDICE AL REGOLAMENTO TARI 

👉 I DOCUMENTI UFFICIALI DI ARERA CONSULTA LA PAGINA https://www.tuttotributi.it/nuovi-obblighi-di-qualita-per- la-tari/

Il canale Telegram

https://t.me/stampaetributi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: