tributi news del 29 marzo 2022

Comuni, arrivano la salva sindaci e il codice delle crisi. Riforma fiscale e modifiche al catasto: primi ostacoli verso l’approvazione della legge delega. Riforma della giustizia tributaria: perché è necessario un giudice professionale e specializzato. Giustizia fiscale: necessaria una definizione delle liti. Quota fissa Tari dovuta anche nel caso di rifiuti speciali. #newsletter #dirittotributario #imu #tari #canoneunico #accertamento #riscossione #stampaetributi #tommasoventre

Comuni, arrivano la salva sindaci e il codice delle crisi. Riforma fiscale e modifiche al catasto: primi ostacoli verso l’approvazione della legge delega. Riforma della giustizia tributaria: perché è necessario un giudice professionale e specializzato. Giustizia fiscale: necessaria una definizione delle liti. Quota fissa Tari dovuta anche nel caso di rifiuti speciali.

#newsletter #dirittotributario #imu #tari #canoneunico #accertamento #riscossione #stampaetributi #tommasoventre

**

Comuni, arrivano la salva sindaci e il codice delle crisi

Pronta la riforma che affida ai dirigenti la responsabilità esclusiva sulla gestione

di Gianni Trovati

«I dirigenti sono responsabili in via esclusiva dell’attività amministrativa, della gestione e dei relativi risultati». Mentre «il sindaco e il presidente della provincia sono gli organi responsabili politicamente dell’amministrazione». In questi due passaggi della riforma degli enti locali si prova a costruire l’argine chiesto dai sindaci contro il dilagare delle responsabilità a tutto campo. Il testo, dopo una gestazione allungata dalle tante emergenze che occupano l’agenda di governo, è pronto per uno dei prossimi consigli dei ministri. Raccolte le osservazioni dei rappresentanti di amministratori e professionisti, il testo è atteso a Palazzo Chigi fra questa settimana e la prossima.

Riforma fiscale e modifiche al catasto: primi ostacoli verso l’approvazione della legge delega 

di Fabio Avenale

Il disegno di legge delega per la riforma fiscale prevede anche l’aggiornamento dei valori catastali e la modifica delle modalità di rilevazione. In occasione dell’esame del testo della legge delega in Commissione Finanze della Camera, sono emerse alcune divergenze tra la maggioranza di Governo, evidenziate da alcuni emendamenti sui quali il Governo ha emesso parere negativo e che sono stati bocciati in Commissione con votazioni aventi maggioranze risicate. A prescindere dalle differenti sensibilità politiche, la revisione (l’attuale legislazione risale, pressoché, al 1939) e la mappatura del patrimonio immobiliare italiano sono una esigenza individuata non solo dal Governo ma anche dall’Unione Europea.

Riforma della giustizia tributaria: perché è necessario un giudice professionale e specializzato

di Gaetano Ragucci

Nell’attesa della definizione dello schema normativo per la riforma della giustizia tributaria, più che a generiche misure di accompagnamento dirette a ridurre il carico giudiziario e a rendere il giudizio più rapido, occorre pensare a modifiche specifiche, che la presenza di un giudice professionale e specializzato renderebbe possibili. Ad esempio, si potrebbe avviare una riflessione sul principio di sinteticità degli atti: oggi v’è motivo di ritenere che la regola della sinteticità non sia compatibile con la disciplina del D.Lgs. n. 546/1992, perché, limitando le difese del ricorrente, impedirebbe al giudice di conoscere il fatto, dunque di giudicare secondo diritto. Ecco che l’istituzione di una magistratura tributaria specializzata è, quindi, una condizione necessaria all’interno di una riforma organica della giustizia. Con la creazione di una magistratura specializzata l’introduzione di una regola apposita anche per il processo tributario sarebbe pensabile.

Giustizia fiscale: necessaria una definizione delle liti

di Domenico Chindemi e Maurizio Leo

la giustizia tributaria è un «settore cruciale per l’impatto che può avere sulla fiducia degli operatori economici, anche nella prospettiva degli investimenti esteri. Un intervento di riforma che possa dispiegare rapidi effetti, non può, però, prescindere dalla considerazione dello status quo. I numeri pubblicati da Piazza Cavour, nella relazione annuale per il 2021, sono purtroppo ancora impietosi, per quanto in lieve miglioramento rispetto al passato biennio: 47.364 sono i giudizi tributari pendenti, pari al 42,6% dei procedimenti civili totali (111.241)!

Quota fissa Tari dovuta anche nel caso di rifiuti speciali

di Stefano Baldoni

La quota fissa della Tari è dovuta anche per le superfici in cui si producono rifiuti speciali. Questa è l’interessante conclusione contenuta nella recente sentenza della Corte di cassazione n. 8222/2022. La controversia trae origine dall’impugnazione di alcuni avvisi di pagamento riguardanti la Tares e la Tari, da parte di una utenza non domestica, l’impresa ha lamentato l’applicazione del tributo anche sulle superfici in cui i rifiuti sono costituiti da imballaggi terziari. Secondo la Commissione tributaria regionale, il ricorso del contribuente era meritevole di accoglimento, in quanto gran parte delle aree possedute erano costituite da magazzini, che producevano solo imballaggi terziari, al cui smaltimento provvedeva la società a sue spese. Inoltre, a detta dei giudici di secondo grado, il Comune non ha dimostrato che nelle superfici interessate si producessero anche rifiuti speciali assimilati (oggi urbani), insieme ai rifiuti speciali.

** contenuto extra **

Sentenze & Tributi del 26 marzo 2022

• IN ANTEPRIMA

• I diritti di istruttoria devono essere legati alla complessità della pratica

• Il CANONE UNICO dovuto per la pubblicità esclude quello per il suolo pubblico

• IMU non dovuta in caso di revoca della concessione demaniale

LA PAGINA SULLE NOVITÀ IMU 2022

le modifiche di rilievo nella gestione dell’imu per il 2022 e abbiamo raccolto in questa pagina alcuni materiali disponibili in rete

IMU: SUI LIMITI DELL’ESENZIONE PER IL NUCLEO FAMILIARE, LA CORTE SOLLEVA QUESTIONE DI COSTITUZIONALITÀ DAVANTI A SE STESSA

Cosa ha deciso la Corte Costituzionale sull’esenzione IMU per il nucleo familiare?

Corso Governance dei tributi locali 2022

Il 25 febbraio è iniziato il nuovo corso di Governance dei tributi locali.

 📌in presenza, aula A5

 🚩on line – Piattaforma Microsoft Teams per gli studenti iscritti–

📢streaming sul canale YouTube del Dipartimento per gli altri 

L’iniziativa rientra nell’ambito delle attività connesse alla terza missione all’interno dell’obiettivo “Formazione per adulti e life long learning” ed è quindi aperto a chi volesse parteciparvi gratuitamente.

Per i partecipanti non studenti è possibile iscriversi al corso inviando la propria adesione al seguente form di google 

https://forms.gle/S5WR8Q5Vadyz2tUu9

Il video è visionabile in generale dal giorno dopo sul canale youtube del Dipartimento.

https://www.youtube.com/channel/UChqti3zueelC0asTkk4yV8A

La pagina sulla qualità tari

📌 Abbiamo aggiornato la pagina sulla qualità della TARI con la pagina diapositiva ed il link al video dell’evento formativo di oggi di IFEL UNA PAGINA “ONE STOP SHOP” All’interno della pagina troverete le informazioni sulla qualità nella TARI nostra necessità dalla delibera 15 /2022 di Arera

 👉 LA DELIBERA DI SCELTA DEL QUADRANT REGOLATORIO 

👉 LA BOZZA DELL’APPENDICE AL REGOLAMENTO TARI 

👉 I DOCUMENTI UFFICIALI DI ARERA CONSULTA LA PAGINA https://www.tuttotributi.it/nuovi-obblighi-di-qualita-per- la-tari/

Il canale Telegram

https://t.me/stampaetributi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: